Emilio Solfrizzi

Sito ufficiale

Immagini Emilio Solfrizzi

2014

Corriere Mercantile – 7 gennaio 2014

In onda oggi e domani su Raiuno “Gli anni spezzati”.

Emilio Solfrizzi è il commissario Luigi Calabresi. Con lui, nel cast, anche Luisa Ranieri nei panni di Gemma, moglie del commissario.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Gazzetta del Mezzogiorno – 7 gennaio 2014

Emilio Solfrizzi da stasera su Raiuno con “Il Commissario”.

L’attore barese aprirà la miniserie televisiva di Raiuno dedicata agli “Anni spezzati”, ovvero gli Anni di piombo, i mitici e violenti ’70.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Il Manifesto – 7 gennaio 2014

C’erano una volta le Br.

Inizia stasera, con la prima delle due puntate dedicate alla storia di Luigi Calabresi, interpretato da Emilio Solfrizzi, “Gli anni spezzati” trilogia dedicata all’Italia violenta degli anni ’70.
“Un lavoro che vuole essere spettacolare ma rigoroso nel rispetto dei fatti” spiega il regista Graziano Diana.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Il Quotidiano di Puglia – 7 gennaio 2014

Solfrizzi racconta Calabresi.

L’attore pugliese ne “Il commissario”, primo dei tre film da due episodi della serie di Raiuno “Gli anni spezzati”. Cercando la verità su un uomo mite, travolto dagli eventi.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Gente – 14 gennaio 2014

Per la prima volta una serie TV racconta “La notte della Repubblica”

“Ricordare serve a capire le lacerazioni di oggi”. Graziano Diana parla così de “Gli anni spezzati”, da stasera su Raiuno, con il primo dei due episodi dedicati alla storia di Luigi Calabresi.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Telepiù – 5 gennaio 2014

“Le nuove generazioni sanno poco della storia moderna del Paese”. Così Emilio Solfrizzi, sulla vicenda di Luigi Calabresi.

Indossando i panni del commissario Luigi Calabresi, per la serie in episodi “Gli anni spezzati” a gennaio in onda su Raiuno, Solfrizzi si è fatto un’idea più chiara di quanto avvenuto in quella stagione buia per l’Italia, e sottolinea:”Il mio episodio è una pagina che sembra non si conosca. Penso sia fondamentale raccontarla perché la gente possa avere a disposizione il più ampio numero di prospettive per farsi un’opinione personale”.

Scarica l’articolo (continua...)

Condividi
Share

Tv Sorrisi e Canzoni – 4 gennaio 2014

C’era una volta l’odio: Emilio Solfrizzi è il Commissario Mario Calabresi.

L’obiettivo è ambizioso: raccontare uno dei periodi più cupi della storia italiana, gli anni del terrorismo e delle stragi. A provarci è “Gli anni spezzati” la serie di Raiuno in sei puntate dedicate alle storie di tre personaggi chiave di quella stagione. Si parte il 7 e l’8 gennaio, con “Il commissario”. La storia di Luigi Calabresi, interpretato da Emilio Solfrizzi.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Telesette – 7 gennaio 2014

Il 7 e l’ 8 gennaio Emilio Solfrizzi è Luigi Calabresi, nella prima miniserie “Gli anni spezzati”, dedicata a uno dei periodi più bui del nostro Paese.

Un progetto per la tv pesante come piombo. Tutto inizia con il boato del 12 dicembre ’69, alle 16.37 in Piazza Fontana, a Milano. Un’esplosione che uccide 17 persone, cambia l’Italia e la vita del commissario Luigi Calabresi. Interpretato da Emilio Solfrizzi.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Oggi – 9 gennaio 2014

“Credevo che Calabresi fosse colpevole”. Emilio Solfrizzi racconta il suo rapporto con il protagonista de “Il commissario”.

“Quando sentivo citare Piazza Fontana in tv, pensavo a qualcosa di brutto avvenuto vicino a una fontana. Mi ero fatto l’idea di una colpevolezza dello Stato e credevo che anche Calabresi fosse colpevole”. Così Emilio Solfrizzi, a proposito di Luigi Calabresi e della sua vicenda storica, il personaggio che interpreta per la fiction in episodi “Gli anni spezzati”, dedicate alla stagione del terrorismo nell’Italia degli anni ’70

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Il Fatto Quotidiano – 16 dicembre 2014

La lunga notte della Repubblica in una serie in episodi per RAIUNO.

Un mazzo di bravi attori tra cui Emilio Solfrizzi che ha, tra tutti, il ruolo più difficile. Penalizzato nelle scene corali, trova in quelle in cui si muove da solo, una dignità sobria e la cifra giusta per commuovere di sottrazione, rendendo omaggio all’umanità nascosta di Luigi Calabresi, alle sue debolezze, ai suoi dubbi e non al santino.

Scarica l’articolo completo

Condividi
Share

Visite dal 01/03/04: 6.950.410