Emilio Solfrizzi

Sito ufficiale

Immagini Emilio Solfrizzi

Ormai è fatta

Locandina Nel carcere di Fossano, il 23 luglio del 1973, ha luogo un tentativo di evasione: ne è protagonista Horst Fantazzini detto “il rapinatore gentiluomo”, condannato ad oltre quattro lustri di reclusione per una serie di rapine alle banche portate a termine da solo, impugnando un’arma giocattolo e senza alcuno spargimento di sangue.
L’uomo ha trent’anni e deve subire altri processi, presumibilmente nuove sentenze a carico: sa che dovrà trascorrere, con ogni probabilità , il resto della propria esistenza in carcere, e cerca di fuggire a qualunque costo nulla avendo più da perdere.
Le cose, purtroppo, si mettono immediatamente male: pur minacciate con una rivoltella, le guardie si rifiutano di aprire il portone e costringono l’uomo a far fuoco, ferendo due di loro.
Di qui prende le mosse il disperato tentativo di resistenza di Fantazzini: tratti in ostaggio due agenti di custodia, egli si asserraglia nell’ufficio del direttore per trattare le condizioni del rilascio.
Ma proprio quando le cose sembrano mettersi per il meglio, le sue richieste paiono esser state accettate e la libertà ormai vicinissima, scatta la reazione violenta delle forze dell’ordine… Desunto dal libro autobiografico di Horst Fantazzini, “Ormai è fatta!” (secondo lungometraggio firmato da Enzo Monteleone dopo il bizzarro esordio, nel 1994, de “La vera vita di Antonio H.”) rinverdisce i fasti del cinema di genere nostrano, ricollegandosi a quel filone giudiziario che nei primi anni settanta produsse – da “Detenuto in attesa di giudizio” (1971) di Nanni Loy a “L’istruttoria è chiusa: dimentichi” (1971) di Damiano Damiani – una schidionata di titoli capaci di felicemente coniugare istanze civili ed esigenze spettacolari.
Di più, qui, c’è la lezione di certa cinematografia statunitense attenta alla descrizione psicologica dei personaggi come al ritmo della narrazione: il modello evocato è con ogni evidenza “Quel pomeriggio di un giorno da cani” (1975) di Sidney Lumet, paragone del quale il film di Monteleone si mostra tutt’altro che indegno.
Benissimo girato, a partire dai titoli di testa che rievocano con foto e filmati d’epoca un “come eravamo” che pare ormai lontanissimo nel tempo, “Ormai è fatta!” si avvale pure di intepreti pienamente all’altezza del compito [...]
(fonte: Tempi Moderni, rivista di cinema on-line, del 1999)

 

CAST TECNICO ARTISTICO
Sceneggiatura e Regia: Enzo Monteleone
Fotografia: Arnaldo Catinari
Scenografia: Simona Garotta
Costumi: Andrea Viotti
Musica: Livio De Scalzi
(Italia, 1999)
Durata: 100′
Distribuzione: Columbia Tristar

PERSONAGGI E INTERPRETI
Horst Fantazzini: Stefano Accorsi
Appuntato Di Gennaro: Giovanni Esposito
Brigadiere Lo Iacono: Emilio Solfrizzi
La moglie: Fabrizia Sacchi
Sostituto Procuratore: Antonio Catania
Colonnello Tagliaferri: Paolo Graziosi

Condividi
Share

Comments are closed.

Visite dal 01/03/04: 6.967.015